Istitutitecnici.net

» EVENTI

Articoli

Il Padre Abate di Montecassino ospite di un convegno all'ITCG "Medaglia d'oro"

L'evento si terrà giovedi 7 aprile alle ore 11 presso l'auditorium dell'Itgc "Medaglia d'Oro" di Cassino. Insieme all'Abate dom Vittorelli interverranno il preside Erasmo Di Mambro, il responsabile del progetto culturale della Chiesa Italiana per la Diocesi di Montecassino don Aniello Crescenzi, il cappellano dell'Università degli Studi di Cassino don Benedetto Minchella ed il professor Fabio Miele. Dopo la lectio dell'Alto Prelato è previsto un breve dibattito con gli alunni e i docenti. La giornata terminerà con la cerimonia di consegna degli attestati agli alunni che hanno partecipato al progetto "Alternanza Scuola - Lavoro lo scorso anno". Ieri mattina presso l'Itgc "Medaglia d'Oro" è stata presentato il Convegno che si terrà giovedi 7 aprile. Nel suo saluto il dirigente scolastico Di Mambro ha detto: «Più volte il Padre Abate è intervenuto sul tema dell'emergenza educativa un discorso che prende a cuore il grande "ruolo di responsabilità" che la Scuola svolge nella società pur tra le innumerevoli difficoltà da ogni parte e spesso criticata e denigrata perché impossibilitata a risolvere da sola problemi che sono della società. Da questo monito è nata l'esigenza di ascoltare dal vivo in mezzo al chiasso mediatico, una voce tanto autorevole che memore ed erede dell'opera benedettina con grande sensibilità ha acceso un dialogo fecondo e sereno sul problema educativo delle nuove generazioni tanto bisognose di certezze nel loro futuro insicuro e difficile». Cosi il preside Di Mambro sensibile al problema educativo per tentare di ricostruire una società più giusta e solidale ha invitato l'Abate dom Vittorelli a parlare del tema "Generazione net o neet Generation giovani sospesi tra sogni e rinuncia al futuro, Quale scuola?" perché nella società odierna i dati statistici evidenziano da un lato l'aumento della "Net Generazione", i giovani sotto i trent'anni che vivono nell'era digitale, dall'altro lato invece la "Neet Generation" ovvero coloro che non studiano, non lavorano, non vogliono imparare un lavoro e che quindi hanno rinunciato a sognare un futuro a progettarsi un avvenire. Un saluto è stato portato anche da don Crescenzi e dalle professoresse Adriana Letta (responsabile Ufficio Comunicazioni della Diocesi di Montecassino) e Patrizia Taccone (responsabile del progetto "Alternanza Scuola - Lavoro" che hanno ribadito l'importanza dell'argomento.